Importanti quando si parla di appartamenti o villini che richiedono tutela, può essere la soluzione di porte interne raso muro. Meglio conosciute come porte nascoste, tali stanze possono suddividere spazi in cui è possibile occultare oggetti preziosi o stanze di sicurezza

Porte interne nascoste: come e quali scegliere

Le porte interne possono essere di grande utilizzo e, a differenza delle porte da esterno (porte giardino, d’ingresso o retro), possono essere caratterizzate da diversi elementi che la rendono diversa e più ottimale. Si può infatti richiedere l’installazione anche di aggiunte di sicurezza sulle porte blindate, ma in alcuni casi esigenti occorrono caratteristiche fisiche, di spazio o d’estetica. Ad esempio possono essere scelte stanze di sicurezza o da voler rendere private e nascoste. In alcuni casi la scelta può ricadere sulle porte blindate, ma in caso si voglia attirare meno l’attenzione, si possono ricreare stanze con porte raso muro. Chiamate anche filo muro, tale caratteristica viene in nostro aiuto quando si ha bisogno porte interne nascoste. Vengono occultate aperture, attraverso la funzione di anta reversibile, e inserendo le cerniere a scomparsa. Nel primo caso, la funzione reversibile permette un’apertura ambo i lati della porta. Mentre le cerniere sono le parti che legano il telaio (o al totale infisso) con l’anta della porta e possono essere installate direttamente tra il telaio e il contro telaio.

Porte nascoste
Le porte d’interni nascoste possono anche avere una funzione anti rumore. Se curata alla perfezione, la porta insonorizzata può anzi essere un’opportunità quando si parla di sicurezza, privacy, ma soprattutto in situazioni di appartamenti in città. Tale soluzione in realtà può essere richiesta anche per uffici in centro per avere il silenzio che esigiamo. Non solo, tali porte in realtà possono essere utilizzate anche per le porte blindate, idonee magari con chiusure di sicurezza per le camere anti panico. Differente discorso può essere effettuato per ricreare stanze di sicurezza evitando l’installazione di porte blindate. In alcuni casi è possibile richiedere anche una porta nascosta nel muro attraverso l’utilizzo di porte scorrevoli a scomparsa.

Tali tipologie di porte sono chiamate così poiché l’anta scorre all’interno del muro, rientrando interamente nello spessore del muro, scomparendo del tutto. Il pannello scorre nel telaio a sua volta inserito in un contro telaio. Tuttavia, per porte di tali esigenze, ci sarà bisogno di effettuare lavori più mirati e minuziose. Una volta buttato a terra il muro, il controtelaio verrà rivestito con intonaco e sarà poi rifinito con cartongesso. In aggiunta può essere realizzato anche un occultatore visivo, con porte intonacate o della stessa tonalità del muro. In alternativa possono essere ricreati disegni, rivestimenti in mattoni o altro per poter nascondere la propria stanza nascosta.

Per ogni evenienza, basterà chiedere consiglio ad installatori esperti d’infissi per scoprire la scelta migliore per le proprie esigenze.