La Mela di Cupertino batte Samsung con quasi 2 milioni di smartphone venduti in più. La società sudcoreana ha comunque dalla sua Android, che continua ad essere il sistema operativo più venduto

iPhone6

La lotta tra Apple e Samsung nel 2014 si è conclusa con la vittoria della Mela morsa di Cupertino, con quasi 2 milioni in più di unità vendute rispetto al rivale. Il merito di questi numeri da capogiro è soprattutto dell’iPhone 6, uscito nel settembre dello scorso anno e che ha spopolato tra utenti amanti dei cellulari all’avanguardia. Questo è quanto emerge dal recente rapporto della Gartner, società leader nel campo delle analisi dell’Information Tecnology. Secondo i dati l’intero 2014 è stato un anno molto positivo per gli acquisti di smartphone che hanno registrato un’impennata del 28,4 % rispetto all’anno precedente, con un miliardo e 200 milioni di unità vendute.

I due colossi Samsung e Apple sono ormai in competizione da tempo. Dopo un dominio inziale della Apple, negli ultimi anni sembrava che Samsung avesse guadagnato terreno (nel 2013 infatti ha venduto 83,3 milioni di smartphone contro i 50,2 degli iPhone Apple), fino a che nel quarto trimestre del 2014 la Samsung ha iniziato ad arretrare con le vendite subendo una perdita di sei punti sulle quote di mercato. E tutto a vantaggio della società fondata da Steve Jobs, che forte dell’uscita dell’iPhone 6 ha spopolato in tutto il mondo. Le sei quote di mercato perse da Samsung sono rappresentati dalla caduta al 24,7% nel settore degli smartphone.

Apple ha superato il rivale di un milione e 800 mila unità (74.832.000 contro 73.032.000). Il terzo posto nella vendita dei dispositivi mobili (col 6,6%) è invece occupato dalla Lenovo, che registra maggior successo nei paesi in via d’espansione: Indonesia, Brasile, Russia, India e Cina. Seguono Huawei e Xiaomi.

La Samsung gode comunque degli ottimi risultati apportati da Android, che continua ad essere il sistema operativo più venduto, grazie anche ai prezzi competitivi che offre, con oltre un miliardo di unità, seguito a distanza da iOS (con 191 milioni) e Windows (35,1 milioni).