Il famoso proverbio ha finalmente trovato un fondamento scientifico. Alcuni scienziati hanno sottoposto all’esperimento consumatori e non consumatori del frutto e hanno riscontrato che il consumo quotidiano di mele è collegato a una migliore salute generale e una minore incidenza di malattie anche gravi. Di conseguenza vi è un’alta riduzione di prescrizioni farmaceutiche

mangiare mela

È proprio vero che “una mela al giorno toglie il medico di torno”. O meglio “toglie il farmacista di torno”. A riferirlo è un team di scienziati della University of Michigan che ha dimostrato come il consumo quotidiano della mela riesce a ridurre le prescrizioni di farmaci, piuttosto che le visite dal medico. Sono riusciti dunque a dare a uno dei proverbi più famosi “della nonna” un reale fondamento scientifico. La ricerca è stata condotta su 8.399 volontari e pubblicata sulla rivista Jama Internal Medicine ed è risultato che chi mangia almeno una mela al giorno e tutti i giorni riduce sensibilmente la prescrizione di medicinali, anche se non evita di certo di andare dal medico o in ospedale dove necessario. Gli scienziati hanno suddiviso i soggetti per l’esperimento in 753 consumatori di mele (circa il 9%) e 7.646 non consumatori del frutto (ben il 91%). Alla fine dell’esperimento gli autori hanno messo a confronto i due risultati, uniti al ricorso a studi precedenti sugli effetti benefici della frutta sull’organismo. È emerso dunque che il consumo quotidiano di mele è collegato a una migliore salute generale e una minore incidenza di malattie anche gravi, come quelle cardiovascolari.

Gli scienziati hanno voluto precisare tuttavia che l’esito dell’esperimento non deve essere preso alla lettera. Mangiare una mela al giorno, infatti, non è garanzia assoluta di buona salute o di minore ricorso ai medicinali. Ovviamente il tasso di incidenza dei vantaggi garantiti dal frutto può variare da caso a caso. Ma in realtà non esiste un frutto ‘miracoloso’, anche se mangiarli non può fare altro che bene. La strategia migliore per mantenersi in salute, come ribadiscono gli esperti, è garantirsi un’alimentazione sana, equilibrata e, non da ultimo, varia.