Preisverleihung im Wettbewerb "startsocial 2011/2012"

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato che i leader europei sono pronti a imporre ulteriori sanzioni contro la Russia , in caso di necessità, riguardo all’attuazione degli accordi di Minsk. La Merkel si è espressa in tali termini durante una conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Petro Poroshenko, a Berlino. In Ucraina non è stato ancora raggiunto un completo ‘cessate il fuoco’ e la Merkel ha affermato che i separatisti pro-Russia continuano a impedire il pieno accesso alle regioni. “Le sanzioni e l’attuazione degli accordi di Minsk devono essere collegati. Minsk è la strada con cui pensiamo di poter arrivare a una soluzione pacifica e per questo vogliamo seguirla”, ha detto aggiungendo di voler esercitare pressioni sulla controparte al prossimo vertice di Bruxelles per concordare “un impegno politico sul fatto che le sanzioni e l’attuazione di Minsk sono strettamente collegati”.

Anche Poroshenko, per la prima volta in visita ufficiale in Germania, non vede ‘alternative’ agli accordi di Minsk per raggiungere la pace nell’Ucraina orientale e, nella stessa conferenza, ha detto di sperare che dal summit Ue di questa settimana emerga chiaramente che se l’accordo per il cessate-il-fuoco non verrà messo in pratica in tutte le sue parti, l’Europa imporrà ulteriori sanzioni a Mosca. “Se gli impegni non saranno rispettati, e spero che su questo si prenda una posizione chiara al summit di mercoledì prossimo, si proseguirà sulla via delle sanzioni, inasprendole” ha ribadito.