tunisino

Una donna tunisina di 37 anni è stata uccisa dal padre nella notte scorsa a Ragusa. L’uomo è stato catturato dalla polizia all’alba di questa mattina dopo essere stato sorpreso a gettare in un dirupo la pistola con la quale aveva sparato alla figlia. I fatti sono avvenuti a seguito di una lite per motivi economici tra l’uomo, la figlia e il genero. La vittima, Sylvie Monyia Ayed, abitava col marito e i tre figli minorenni in contrada Torrevecchia Carnazza, dove si erano tutti incontrati per discutere di alcune questioni di denaro. La lite tra l’omicida e il genero si faceva man mano sempre più violenta e la donna, sopraggiunta in difesa del marito, muore sul colpo dopo il primo sparo. Per la ricerca del 60enne Rafih Ayed, scappato subito dopo dal luogo del delitto, ci sono voluti 30 uomini della polizia e un elicottero che ancora setacciano la zona per tentare di recuperare la pistola di cui si era disfatto. La sua posizione è adesso sotto il vaglio della Procura con l’accusa di omicidio aggravato.