Sembra che Enzo Costanza, fuggito martedì sera col figlioletto di appena 15 giorni, abbia viaggiato con la sua Fiat Freemont in direzione della Francia. Lo confermano alcune telecamere di sorveglianza e il suo iPhone, che però una volta giunto in Francia è stato spento facendo perdere le sue tracce

Enzo Costanza

Ancora nessuna novità su Enzo Costanza, impiegato torinese di 39 anni, fuggito martedì sera con il figlioletto di appena 15 giorni. La sua scomparsa è stata denunciata dalla moglie, ed è emerso che l’uomo soffre di crisi depressive, ed abbia portato via il bambino mentre la moglie stava facendo la spesa in un supermercato a Rivalta, a Torino. Intanto è stato fornito l’identikit di Enzo: alto 1,85 cm, corporatura normale, capelli e occhi neri, naso pronunciato. Al momento della fuga indossava una camicia beige e un paio di pantaloni marroni. Il bimbo invece aveva una tutina beige e rossa, con un disegno di Snoopy.

Nelle operazioni sono impegnati i carabinieri del Comando provinciale di Torino e la gendarmeria francese. Alcune telecamere di sorveglianza hanno ripreso la sua Fiat Freemont viaggiare in direzione della Francia, e la conferma è data anche dal suo iPhone. Secondo le autorità, Enzo Costanza dopo aver raggiunto la Francia ha spento il cellulare facendo così perdere le sue tracce. La speranza era che l’uomo si fosse recato col figlio in Costa Azzurra, a casa di alcuni parenti, ma le ricerche hanno dato esito negativo a questa ipotesi.

Prima di sparire l’uomo era andato dal medico di fiducia con la moglie e il figlio. Da quanto riportato sembra che volesse sospendere la terapia farmacologica nonostante il medico gli avesse espressamente consigliato di proseguirla. Tuttavia all’uscita dello studio non è apparso per niente turbato. “Sono tenuto al segreto professionale. Attendo gli sviluppi della vicenda”, ha detto lo psichiatra torinese Alfonso Mastropietro che ha in cura l’uomo.

“E’ un uomo per bene e tranquillo. Lui e la moglie sono una coppia molto affiatata”, dicono alcuni vicini di casa.