La terza edizione di The Voice of Italy parte mercoledì 25 febbraio su Rai 2. Sulle poltrone rosse Roby e Francesco Facchinetti, Noemi, Piero Pelù e J-Ax. Quest’anno grande novità: durante le selezioni nemmeno il pubblico potrà vedere i concorrenti

the voice of italy

Al via la terza edizione di “The Voice of Italy” che partirà mercoledì 25 febbraio su Rai 2. Quest’anno a prendere il posto della Raffa nazionale, impegnata con l’altro spettacolare talent show targato Rai, “Forte forte forte”, saranno Roberto e Francesco Facchinetti, o meglio i ‘The Facch’, come gli piace farsi chiamare. “Hanno detto che per sostituire una Carrà ci sono voluti due Facchinetti”, ha scherzato Facchinetti junior. I The Facch, che si dovranno comportare come un unico coach, nonostante abbiano gusti musicali abbastanza differenti, dovranno cercare di essere d’accordo nella scelta dei talenti che a loro avviso potrebbero arrivare nella finalissima del programma e vincere il contratto stipulato con la casa discografica Universal Music. Il padre si è già guadagnato il nomignolo di “schiacciatore pazzo” del pulsante rosso. Sembra infatti che si girerà molto spesso per riuscire ad accaparrarsi i talenti in gara. Francesco spera invece che questa nuovissima esperienza accanto al padre possa essere migliore delle pagelle a scuola e di Sanremo, che sottolinea ‘sono andati malissimo’.

Insieme a loro, sulle temibili poltrone rosse, ci saranno i confermati J-Ax, Noemi e Piero Pelù. Dopo il successo di suor Cristina, vincitrice della scorsa edizione, il suo coach J-Ax assicura che quest’anno “The Voice” sarà uno spettacolo ‘laico’. “Si può portare a termine uno spettacolo anche senza l’intervento divino”, ha affermato l’artista durante la presentazione della nuovissima e attesa edizione. Non mancherà però il lato spirituale visto che tra i concorrenti sembra essere presenta una cantante di Trieste che fa parte di una comunità celtica. Riconfermato alla conduzione Federico Russo, mentre la V-reporter Valentina Correani interagirà col pubblico tramite il sito ufficiale thevoiceofitaly.rai.it e i vari social network.

“The Voice of Italy”, come negli anni passati seguirà 4 fasi: blind audition, battle, knock out e live, ma ci sarà anche una grande novità. Gli aspiranti concorrenti non saranno nascosti solo ai coach che siedono di spalle, ma anche al grande pubblico, nascosti da una tenda. L’effetto sperato è quello di far prevalere il talento alla presenza e che la voce riesca a convincere sia le case discografiche, che potrebbero proporre nuove opportunità lavorative, sia il pubblico, senza cui questi talenti non avrebbero modo di imporsi nel mondo della musica.

In totale sono 14 gli appuntamenti col talent per un percorso che si suddivide in 4 fasi. Si partirà con le Blind Audition, ovvero la fase dove i coach, girati di spalle, selezioneranno le loro voci preferite e, come anticipato, ci sarà la novità delle Blind/Audition Blind, dove nemmeno il pubblico potrà vedere i concorrenti, né nelle clip, né nelle performance live, in quanto verranno nascosti da una speciale tenda che cadrà solo dopo che avranno finito di esibirsi. Poi si passa alle ‘battle ‘, ossia lo scontro interno tra due artisti della stessa squadra che dovranno cantare la stessa canzone, scelta dal proprio coach. Al termine sarà decretato il migliore tra i due, che continuerà così con la gara. Anche quest’anno ci sarà l’opzione ‘Steal’: il cantante, una volta eliminato, potrà essere ripescato da un altro coach se ritenuto all’altezza di poter concorrere per la vittoria. Poi ci saranno i ‘Knockout’, ovvero la fase antecedente alla finale, dove due concorrenti della stessa squadra si sfideranno su brani diversi. Infine i ‘Live show’ che vedranno la singola esibizione dei talenti ancora in gara, coi loro coach e anche in duetto con dei superospiti. Al voto dei coach verrà associata la preferenza del pubblico da casa, fino all’ultima puntata dove la miglior voce verrà decretata unicamente dai telespettatori.