La scossa è stata registrata ieri alle 17 con epicentro tra Forlì e Faenza, ad una profondità di 20,9 km. Nessun danno ma tanta paura

terremoto Forlì

Paura in provincia di Forlì, dove alle 17.02 di ieri è stata registrata una scossa di terremoto dell’intensità di 4 gradi sulla scala Richter. L’epicentro è stato localizzato tra Forlì e Faenza, ad una profondità di 20,9 km. Fortunatamente non sono stati segnalati danni a persone o cose. Avvertita nettamente, seppur in maniera più leggera, anche a Cesena.

La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile e, dalle verifiche effettuate, l’evento, individuato tra i comuni di Faenza e Brisighella, in provincia di Ravenna, e Castrocaro Terme, in quella di Forlì-Cesena, è stato subito avvertito dai cittadini, che hanno precipitosamente lasciato locali pubblici, abitazioni e posti di lavoro riversandosi per strada. Molti di loro per ore sono stati restii a rientrare nei luoghi chiusi per la paura di una seconda scossa. Sono in corso sopralluoghi dei tecnici comunali nelle scuole del faentino.

Questi tutti i paesi dove è stato percepito il sisma: Mordano, Bagnara di Romagna, Brisighella, Castel Borghese, Cotignola, Lugo, Riolo Terme, Russi, Solarolo, Dovadola, Forlì, Meldola, Modigliana, Predappia, Rocca San Casciano.