Il sisma è stato localizzato nel distretto sismico Monti Ernici-Simbruini e i comuni più vicini all’epicentro risultano Broccostella, Castelliri, Isola del Liri, Pescosolido e Sora, in provincia di Frosinone, e Balsorano e San Vincenzo Valle Roveto in provincia dell’Aquila. Nessun danno a cose o persone

terremoto tra lazio e abruzzo

Momenti di paura questa notte tra il Lazio e l’Abruzzo, dove è stata registrata una scossa di magnitudo 3.2 della scala Richter dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. E’ successo intorno alle ore 1:40, ad una profondità di 9,3 chilometri.

Il sisma è stato localizzato nel distretto sismico Monti Ernici-Simbruini e i comuni più vicini all’epicentro risultano Broccostella, Castelliri, Isola del Liri, Pescosolido e Sora, in provincia di Frosinone, e Balsorano e San Vincenzo Valle Roveto in provincia dell’Aquila. Fortunatamente non sono stati segnalati danni a cose o persone, ma solo paura tra gli abitanti dei Comuni abruzzesi e laziali dove è stata avvertita la scossa. In molti sono anche quelli che a quell’ora della notte dormivano e non si sarebbero accorti di nulla, fino a quando questa mattina non hanno letto la notizia sui vari siti di informazione.

Si tratta di un piccolo episodio senza conseguenze, ma che, proprio in queste ore di terrore che seguono la tragedia in Nepal a causa del devastante terremoto che ha causato oltre tre mila vittime, fa riaffiorare la paura per la potenza di una natura incontrollabile e il difficile ricordo del terremoto dell’Aquila nel 2009, dove gli abitanti hanno dovuto, loro malgrado, imparare a vivere con il rischio che si ripresentino episodi del genere.