bulle

Crescono sempre più, tra i giovanissimi, gli atti di bullismo, soprattutto quello femminile. Questa volta è successo a Vigevano e la vittima è solo una 14enne. La minorenne è stata pestata da tre coetanee per aver ‘marcato il loro territorio’ ed essere quindi una presunta rivale.

Protagoniste della vicenda sono tre studentesse di un istituto tecnico di Vigevano, che adesso sono state denunciate dai carabinieri per il reato di concorso in lesioni personali aggravate, ingiuria e minaccia. La vittima della loro inaudita violenza, colpita continuamente con calci e pugni, ha riportato lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Il pestaggio è avvenuto in piazza del Mercato a Vigevano: mentre due bulle la picchiavano, un’altra teneva a distanza i compagni di classe della vittima. A correre in aiuto della ragazza due anziani passanti che accortisi del pestaggio sono riusciti ad allontanare le tre studentesse e a chiamare i soccorsi.

I genitori della 14enne hanno sporto immediatamente denuncia e in base alle testimonianze di compagni e docenti sono scattate le indagini. Denunciate al tribunale per i Minorenni, le tre bulle hanno spiegato il motivo che le ha spinte al gesto, sostenendo che la ragazzina passeggiava insistentemente nella zona che loro consideravano “esclusivo territorio di caccia”, dove cioè si facevano notare dai ragazzi. “Volevamo darle una lezione!”, hanno ammesso.