polizia

Una donna è stata trovata morta dentro la vasca da bagno nel suo appartamento in via Carlo Felice, vicino piazza San Giovanni, a Roma. Insieme a lei sono stati trovati in stanze diverse i suoi due figli di 9 e 3 anni, massacrati, come la mamma, a colpi di mannaia. Una terza figlia dell’età di 5 anni, vittima anche lei dell’aggressione, respirava ancora all’arrivo della polizia nell’abitazione ed è quindi stata trasportata d’urgenza in ospedale per le gravi ferite subìte. La strage della famiglia, di nazionalità marocchina, è avvenuta in un palazzo occupato da almeno dieci anni da immigrati, molti dei quali adesso sono stati chiamati dagli investigatori per il consueto interrogatorio. La prima ipotesi è stata quella di un omicidio-suicidio, ovvero la madre si sarebbe tolta la vita dopo aver massacrato i figli. Il medico legale parla invece di efferato pluriomicidio . Il padre si è presentato spontaneamente ieri notte in ospedale riportando una ferita d’arma da taglio all’addome. È stato prontamente operato e avrebbe raccontato in seguito alla polizia di essere stato aggredito sotto casa. Gli indizi al momento sono pochi, se non nulli, ma la scena massacrante all’interno dell’abitazione è davvero raccapricciante. Il sangue dei bimbi innocenti e della donna è riversato in ogni parte della casa, perché le vittime probabilmente per sfuggire all’omicida, avrebbero cercato una via di fuga rinchiudendosi nelle varie stanze.