1413882034_Pistorius-1280x628

Dopo un anno e mezzo dalla morte della modella Reeva Steenkamp si il chiude il processo a Pistorius. Dovrà scontare una pena in carcere di 5 anni. L’accusa ne aveva chiesto 10, mentre la difesa suggeriva una semplice condanna ai lavori socialmente utili. Il campione sudafricano paraolimpico aveva sparato, nella notte di San Valentino dello scorso anno, ben 4 volte in direzione della porta del bagno dove si trovava la fidanzata. Il giudice Masipa ha valutato la gravità del reato e ha spiegato durante la lettura della sentenza che il bagno dove Reeva era rinchiusa era un cubicolo stretto e non c’era spazio per sfuggire ai colpi. Dunque la condanna sospesa ai servizi sociali non sarebbe stata opportuna. Inoltre: “Dare a Pistorius una corsia preferenziale darebbe una immagine sbagliata del sistema giudiziario sudafricano” ha aggiunto Masipa. “Sarebbe un giorno triste per questo Paese se si creasse l’impressione che c’è una legge per i ricchi e famosi e una legge per i poveri”. I genitori di Reeva sono molto contenti della sentenza e non faranno quindi un altro appello, mentre Pistorius è stato prelevato dagli agenti e trasferito nel carcere di Kgosi Mampuru, dove sconterà i 5 anni di pena.