dickinson19f-1-web

Bill Cosby, l’attore diventato celebre col ruolo di Cliff Robinson nella sit-com degli anni ’80, è da qualche settimana al centro di un grosso scandalo con l’accusa di abusi sessuali su diverse donne. Impensabile che l’amorevole e divertente Cliff possa essere capace di azioni così immorali e indecenti, ma sembra essere la verità. Già sono quindici le donne che lo accusano. A far scattare l’inchiesta è stata l’ex supermodella americana Janice Dickinson che continua ad accusarlo anche in diretta tv. Durante l’intervista alla Cnn è scoppiata in lacrime al solo ricordo dell’aggressione: “Bill Cosby è un mostro, ha abusato di me”, ha raccontato. Il fatto è accaduto nel 1982 a Lake Tahoe, in California, quando la modella doveva incontrarlo per parlare del suo eventuale debutto nel mondo della musica. In quell’occasione, dopo una cena, l’avrebbe drogata e condotta in una camera dell’hotel per abusare di lei. “Sono forte e non ho intenzione di fermarmi. Continuerò a raccontare la mia versione della storia. Vorrei che almeno ammettesse di essere un maiale, un mostro”, ha aggiunto Janice. Ma Bill continua a non rispondere alle accuse, ritenute ridicole dal suo avvocato. E potrebbero anche esserlo, ma come si giustificano le altre 14 denunce? Tra le donne molestate ci sono anche l’ex attrice Louisa Moritz e una donna di nome Linda Joy Traitz, all’epoca solo 19enne. Secondo quanto raccontato, la prima è stata costretta da lui a fare del sesso orale nel 1971, mentre la seconda prima stordita con pillole e alcol e poi assalita.