Russia, incendio centro commerciale

Disastroso incendio in un centro commerciale di Kazan, la capitale della repubblica russa del Tatarstan. Da quanto riportato dall’agenzia Tass, le vittime sono almeno 5, tra cui due cittadini tagiki e uno straniero. Ma potrebbero essere rimaste sotto le macerie altre 25 persone di cui non si ha ancora notizia. Lo ha dichiarato Igor Panshin, responsabile del servizio d’emergenza regionale del Volga che ha detto: “Non riusciamo a contattare circa 25 persone”. Intanto i soccorritori stanno facendo il possibile per trovare i superstiti, lavorando duramente in una vera e propria corsa contro il tempo. Impiegate nell’operazione ben 800 persone e 140 mezzi, tra cui elicotteri per la ricognizione dell’area. 650 sono stati gli evacuati, mentre i feriti sono 55, e 16 i ricoverati, tra cui tre in condizioni gravi ma stabili. L’incendio , scoppiato ieri, mercoledì 11 marzo, verso le 13:00 circa, ha provocato colonne di fumo altissime partendo dal primo piano del centro commerciale “Admiral”, che sono state domate solo in serata quando ormai avevano distrutto quasi 4.000 metri quadrati dei 12.000 totali della struttura. Nell’edificio si erano registrati diversi casi di violazioni alle norme di sicurezza anti-incendio.

Le cause dell’incendio non sono state ancora accertate, ma una delle ipotesi, secondo la protezione civile regionale, ricondurrebbe a un corto circuito in una caffetteria collegata al centro commerciale.