Dopo un weekend trascorso fuori dalla capitale la Regina Elisabetta II ha fatto visita alla secondogenita di William e Kate, nata sabato 2 maggio. Il suo nome completo è “Her Royal Highness Charlotte Elizabeth Diana Mountbatten-Windsor of Cambridge”. Dopo il toto-nome, adesso si punta sulla data del suo battesimo, che potrebbe essere a luglio

regina Elisabetta II fa visita a Charlotte

La Regina Elisabetta II, dopo un weekend trascorso fuori dalla capitale, ieri ha fatto visita a Kensington Palace alla Royal Baby Charlotte Elizabeth Diana, secondogenita di William e Kate. La principessina è nata sabato 2 maggio, quando la grandissima attesa per la sua nascita si è trasformata in grande attesa per conoscere il suo nome, che è stato annunciato solo due giorni dopo. I neogenitori hanno voluto omaggiare il nonno Carlo, la nonna Diana e naturalmente la bisnonna regina, che per incontrare per la prima volta la bisnipote ha indossato un completo lilla. Martedì pomeriggio è stato anche pubblicato sull’account Twitter ufficiale di Kensington Palace l’atto di nascita di sua altezza reale Charlotte Elizabeth Diana. Adesso rimane dunque solo il problemino in merito al cognome della piccola principessa. Infatti ,secondo le norme della monarchia britannica, i reali non sono tenuti ad avere obbligatoriamente un cognome. A dare vita a questa consuetudine è stato re Giorgio V, nonno dell’attuale regina, che nel 1917, durante la Prima Guerra mondiale, decise di dare alla famiglia dei sovrani l’altisonante cognome “Windsor”, che prende il nome dal castello che fu per secoli la principale residenza dei reali. L’iniziativa di re Giorgio V fu presa soprattutto per dare ai membri della casa reale sembianze più ‘umane’, dal momento che per moltissimi anni risultavano e venivano trattati come se fossero delle ‘divinità’. Adesso però è tutto più complicato considerando il fatto che tra i cognomi di Carlo c’è anche quello della nonna paterna, madre del principe Filippo e duca di Edimburgo: Mountbatten. Questo cognome dovrebbe risultare anche nel titolo di William, e così il nome completo della Royal Baby dovrebbe essere “Her Royal Highness Charlotte Elizabeth Diana Mountbatten-Windsor of Cambridge”.

I tabloid inglesi intanto riportano che le agenzie di scommesse, dopo aver puntato prima sul sesso del futuro nascituro, e poi per il toto-nome, adesso mirano a raccogliere milioni di sterline per le puntate sulla data del battesimo di Charlotte. Il mese più gettonato è quello di luglio, ma per avere delle certezze bisognerà attendere ancora. Quel che è certo è che la principessina indosserà lo stesso abitino con cui Kate e William vestirono il loro primogenito George per la cerimonia del suo battesimo. Si tratta di una replica che risale al 2004, quando si pensò di rinnovare il completino in pizzo bianco che fu indossato fino ad allora da ben 62 Royal Baby.