L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio ad un incrocio tra la Citroen C3 su cui viaggiava la giovane vittima e una Smart che gli è andata addosso. Cristiano è morto sull’ambulanza durante il trasporto in ospedale. Feriti altri due suoi amici e la ragazza che guidava la Smart

Cristiano Prosperi

Cristiano Prosperi è l’ennesima vittima di una tragedia stradale. Il ragazzo, un ventenne residente a Valmontone e appassionato di calcio, è morto ieri nel primo pomeriggio durante il trasporto in ospedale dopo il grave scontro tra due vetture. È successo a Roma, in via Ariana ad Artena, e il giovane viaggiava sul sedile anteriore del passeggero su una Citroen C3 guidata da un amico della sua stessa età. Dalle prime ricostruzioni sembra che la Citroen sia stata investita in pieno ad un incrocio da una Smart che usciva da via del Colubro. Nell’impatto Cristiano è stato catapultato fuori dall’abitacolo uscendo dal finestrino e la stessa vettura ha girato su se stessa travolgendolo. L’incrocio dove è avvenuto l’incidente, nonostante ci siano i semafori a regolare il traffico, è noto a livello locale per la sua pericolosità, che in questo caso è stata fatale. Tempestivo l’arrivo dei sanitari del 118 che hanno tentato, purtroppo invano, di rianimare il giovane ventenne, che è morto durante il trasporto poco prima di arrivare in ospedale.

Nell’incidente sono rimasti feriti, seppur in maniera non grave, altri due amici che viaggiavano sulla Citroen insieme alla vittima e la ragazza che guidava la Smart che ha riportato qualche leggera contusione. I carabinieri del comune di Artena adesso stanno cercando di stabilire la velocità delle due vetture e di capire se una delle due sia passata con il rosso. Intanto la notizia della morte di Cristiano Prosperi ha invaso Facebook, dove si leggono messaggi di cordoglio e di dolore da parte di amici, semplici conoscenti o sconosciuti che condividono con solidarietà il dolore della famiglia. E ancora una volta si invita tutti a riflettere sulla questione della sicurezza stradale, che purtroppo ha portato via troppo presto un’altra giovane vita. Ulteriori indicazioni sullo schianto saranno probabilmente fornite nelle prossime ore da parte degli inquirenti che stanno conducendo gli accertamenti di rito.