Momenti di panico a Roma quando la 31enne etiope ha tentato di aggredire i passanti con un’asta metallica. Dopo aver tentato di ferire anche i carabinieri è stata portata in caserma in attesa del rito direttissimo

DCIM100MEDIA

Cercava di ferire i passanti utilizzando un’asta di ferro appuntita. È successo a Roma, in via Giolitti, dove una 31enne etiope, proprio dietro la stazione Roma Vittorio Veneto, ha aggredito molti passanti terrorizzandoli. Le vittime hanno subito chiamato il 112, così è giunta sul posto una gazzella dei carabinieri. La donna però non si è lasciata intimidire e ha tentato di colpire con l’asta di ferro anche le autorità, ma è stata immediatamente bloccata. Ammanettata, è stata accompagnata in caserma, a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo e con l’accusa di violenza, lesioni a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L’asta metallica appuntita è stata invece sequestrata.

Non si conoscono ancora i motivi che hanno portato la giovane etiope ad aggredire diverse persone in via Giolitti, se ci sia stato qualche episodio precedente che abbia scaturito la sua reazione o se, con più probabilità, abbia dei disturbi psicologici, ma quel che è certo è che ha dato vita a dai momenti di grande panico vicino alla Stazione romana terrorizzando molti passanti.