L’album è stato anticipato da “Il gioco”, un singolo inedito che riporta la rock band aretina alle origini: “Qui siamo effettivamente nel cuore del rock. Porteremo uno spettacolo di musica più vera possibile”. Il tour partirà da Firenze il 10 aprile e toccherà molte città italiane fino alla fine del mese

Negrita

I Negrita sono ritornati con un nuovo album intitolato “9”, da ieri in tutti i negozi di dischi e nei digital store. Ad annunciare l’uscita la stessa rock band aretina con un countdown che andava avanti ormai da giorni su Facebook sulla loro pagina ufficiale. Pau insieme ai suoi compagni inizierà l’attesissimo tour di concerti a partire dal 10 aprile dal Mandela Forum di Firenze, e andrà poi avanti fino alla fine del mese con 8 date confermate in tutta Italia.

“9” è stato anticipato già dal primo singolo: “Il gioco”. Si tratta di un brano che ricorda i primissimi della nota band, che ha voluto tornare un po’ alle origini come testimonia lo stesso Drigo: “I nostri dischi precedenti nascono all’insegna di viaggi importanti. Questi viaggi ci hanno sempre portato in paesi e territori alternativi rispetto alla scena rock: Brasile, Argentina, Spagna. Qui al Grouse Lodge, in Irlanda, si respira l’aria e l’atmosfera che permeava i dischi che abbiamo ascoltato nell’adolescenza. Qui siamo effettivamente nel cuore del Rock”. Il loro obiettivo è quindi di portare uno spettacolo rock, “di musica più vera possibile”. “Vogliamo esprimere la nostra energia”, ha detto il chitarrista Mac.

“Non abbiamo voluto cercare lustrini, luci stroboscopiche o cose da Guerre Stellari. Abbiamo voluto fare il contrario: dare priorità alla fisicità che abbiamo naturale, quella della rock ‘n’ roll band. In più abbiamo degli schermi dietro di noi con una regia video live, così le nostre belle faccette saranno amplificate alle nostre spalle per coinvolgere tutto il palasport” ha aggiunto Pau.

Nel disco, oltre Il gioco, si potranno ascoltare Poser, Mondo politico, Que serà, serà, Se sei l’amore, 1989, Ritmo umano, Il nostro tempo è adesso, Baby I’m in love, Niente è per caso, L’eutanasia del fine settimana, Vola via con me, e Non è colpa tua.