Cagliari – Risalgono a tre anni fa le ignobili avances che, Marcello Melis, di 47 anni, proponeva continuamente anche tramite sms alle sue giovani alunne tra i 15 e i 18 anni.

Il professore di matematica dell’istituto magistrale di Cagliari, adesso ai domiciliari, era stato condannato per ricatto e minacce.  Prometteva infatti alle sue studentesse voti molto alti in cambio di sesso. L’uomo, che fu arrestato dalla polizia su richiesta del pm Rita Cariello è reo anche di aver stuprato un’alunna in aula davanti alla sua compagna. Tra le varie testimonianze che lo inchiodano, quella di una giovane ragazza costretta a far sesso con lui che, altrimenti avrebbe rivelato la sua omosessualità ai suoi genitori.