Il leader di Forza Italia ha preso la cosiddetta “storta” scendendo dall’auto e si è fratturato il malleolo destro. Userà le stampelle per 20 giorni

Berlusconi

Silvio Berlusconi in prossimità della fine della pena per la condanna del processo Mediaset, che cade il prossimo 8 marzo, non potrà tornare a Roma questa settimana. Un piccolo incidente, anche se nulla di grave, lo costringe infatti a rimanere ad Arcore per almeno una ventina di giorni di riposo. “Il presidente ha una piccola frattura composta e lineare del malleolo destro che si è procurato qualche giorno fa mettendo male il piede scendendo dalla macchina”, ha spiegato il medico di fiducia dell’ex Cavaliere, Alberto Zangrillo, specialista del San Raffaele. Come spiegano alcune fonti, l’ex premier per poter camminare sta utilizzando una stampella.

I suoi medici di fiducia gli hanno consigliato di non fare troppi sforzi e di evitare sollecitazioni al piede. “Berlusconi può deambulare e semmai accompagnarsi con una stampella e per una ventina di giorni deve prestare attenzione ai movimenti. Nulla di grave, diciamo che il presidente ha preso quella che usando un linguaggio gergale si chiama una ‘storta’”, hanno assicurato dal suo staff medico.

L’ex presidente del Consiglio è costantemente monitorato attraverso esami e accertamenti radiologici presso la clinica Madonnina di Milano. Ma la piccola frattura non lo ferma e domani Berlusconi vedrà i suoi legali e i vertici Mediaset per fare il punto della situazione sul quadro politico, sullo stato di salute delle aziende e sulle vicende processuali in vista del sentenza della Cassazione sul caso Ruby, prevista per il 10 marzo.