Beppe Grillo: “Pessima idea o è un modo per gonfiare il numero dei biglietti venduti che si prevede sarà irrisorio? La sfiga ci vede bene, ma il Pd ancora meglio”

Expo omaggio

Un’iniziativa che ha fatto nascere già molte polemiche. È l’idea del Pd lanciata ieri su Facebook dalla segreteria milanese del partito che abbina tessera Pd ed Expo. In che modo? Lo si legge sul social network: “Se hai meno di trent’anni e ti iscrivi al Pd, l’ingresso a Expo 2015 costa la metà”. Il Segretario provinciale Pietro Bussolati spiega che “il Pd è l’unico partito a Milano ad essere rivenditore ufficiale dei biglietti per Expo 2015, questo perché crediamo fortemente nel successo della manifestazione e vogliamo, come è nel nostro dna, metterci a disposizione della città anche in questa importante occasione”.

Ovviamente c’è chi apprezza e chi invece parte con gli sfottò, primo fra tutti Beppe Grillo. Il leader del M5S ha pubblicato immediatamente la sua frecciatina su Twitter: “Dopo il successo strepitoso dell’abbinata tessera Pd-Unità (fallita) ora arriva tessera Pd-#Expo. La sfiga ci vede bene il Pd ancora meglio”. E ancora: “Il Pd ha perso 400.000 iscritti in un anno, gliene sono rimasti 100.000. Per promuovere il tesseramento hanno avuto un’idea geniale: compra la tessera Pd e ti diamo il biglietto per entrare gratis a Expo. Due pacchi al prezzo di uno. Venghino siori venghino! La sfiga ci vede bene, il Pd ancora meglio. Una curiosità: quanti biglietti Expo ha acquistato il Pd? E’ solo una pessima idea o è un modo per gonfiare il numero dei biglietti venduti che si prevede sarà irrisorio?”.

Così il Pd precisa: “Siamo onorati di tutta l’attenzione che si sta dando all’affaire ‘il pd vende i biglietti di expo’. State sereni! Il pd di Milano è in regola con le procedure di rivendita dei biglietti di Expo essendo un rivenditore ufficiale autorizzato come molti altri in città e fuori. In ogni caso, a brevissimo, sarà pubblicato il regolamento finanziario per esteso che darà i dettagli di tutta l’operazione” .