pistorius-steenkamp

Dopo la chiusura del processo a Pistorius, condannato a 5 anni per aver ucciso a colpi di pistola la fidanzata Reeva, adesso parla la madre della vittima in un libro in uscita il 6 novembre e intitolato “Reeva: a Mother’story”. June Steenkamp di 68 anni, non ha mai riportato al processo tali dettagli, trascritti invece solo adesso tra le pagine di un libro che racconta della sua verità sulla storia della modella sudafricana e il campione paraolimpico. “Reeva non è mai andata a letto con Oscar. Hanno soltanto dormito insieme. Lei non si fidava. È stata proprio lei a confidarmelo”, scrive la donna. La coppia sarebbe stata insieme solo tre mesi, e senza abitare nella stessa casa: “ Mia figlia aveva paura di arrivare a quel punto. So che quella notte voleva lasciarlo, aveva già i vestiti in borsa. Nel suo cuore aveva già capito che tra loro non avrebbe funzionato”. La madre ipotizza che Pistorius avrebbe sparato il primo colpo dopo una scenata di gelosia, probabilmente a seguito di un sms di qualche ex della ragazza. Dopo, per non farla parlare, avrebbe deciso di continuare con altri tre colpi, uccidendola. Queste nuove rivelazioni accendono ancora il dibattito. La storia d’amore non consumata, avrebbe potuto portare Pistorius alla frustrazione, nonostante l’interessato continui a dire che tra loro c’era una relazione sincera con progetti concreti. Non è della stessa idea June che nel libro lo descrive come un uomo arrogante, possessivo e volubile, che ha portato la figlia alla decisione di lasciarlo, sfortunatamente troppo tardi.