Il killer voleva vendicare la morte di Michael Brown e Eric Garner per mano di due poliziotti. Dopo ha tentato invano la fuga, e si è sparato. Aveva preannunciato tutto su Instagram: “Loro fanno fuori uno di noi e io ne faccio fuori due di loro”

foto 2

Due agenti, Wenjian Liu e Rafael Ramos, sono stati uccisi con una raffica di colpi di pistola alla testa. L’assassino, identificato col nome di Ishmael Brinsley, ha commesso l’atroce gesto per vendicare l’uccisione di due afro-americani nelle continue e recenti rivolte razziali contro la brutalità attribuita ai poliziotti negli Usa. L’attacco è avvenuto ieri a Bedford-Stuyvesan, un quartiere ghetto di Brooklyn. Gli agenti erano impegnati in una esercitazione antiterroristica, e dopo essere stati colpiti sono stati trasferiti subito in ospedale. Uno di loro è morto subito, mentre l’altro collega dopo pochi minuti dal ricovero. “Non hanno nemmeno avuto il tempo di reagire. Sono stati semplicemente assassinati», ha detto il capo della Polizia di New York, William Bratton. L’uomo dopo essersi avvicinato alla vettura degli agenti e aver sparato attraverso il finestrino, è subito fuggito in direzione della metropolitana. Ma dopo essersi accorto di essere inseguito da altri poliziotti e di non avere nessuna speranza di cavarsela ha rivolto l’arma verso sé stesso e si è tolto la vita. Pare che l’assassino avesse espresso la volontà di recarsi a New York proprio con l’intento di uccidere poliziotti locali. Tutto è confermato da alcuni messaggi deliranti postati su Instagram proprio da Ishmael. “Oggi metterò le ali ai porci. Loro fanno fuori uno di noi e io ne faccio fuori due di loro”, aveva scritto. L’uomo in particolare voleva vendicare la morte del 18enne nero Michael Brown, ucciso a Ferguson da un agente, e di Eric Garner, morto soffocato da un altro poliziotto. “I messaggi avevano contenuti contro le forze dell’ordine. È stato un atto particolarmente spregevole. Quando un poliziotto viene ucciso si strappano le basi della nostra società”, ha affermato il sindaco di New York, Bill De Blasio. Il presidente americano Barack Obama, informato immediatamente dell’accaduto, ha così dichiarato: “Condanno in maniera incondizionata l’uccisione. Due uomini coraggiosi non torneranno a casa dai loro cari, stanotte, e per questo fatto non c’è alcuna giustificazione”. “Chiedo alla gente di rifiutare la violenza”, ha poi aggiunto il presidente.