aereo fuori pista

Tragedia sfiorata a New York. Un aereo della compagnia americana Delta Airlines è finito fuori pista in fase di atterraggio e ha urtato una recinzione dell’aeroporto LaGuardia di New York, finendo col il muso a un passo dall’acqua, durante una bufera di neve nelle prime ore del mattino. La pista su cui stava atterrando è infatti parallela alla linea di costa, e per questo ci potevano essere complicanze superiori. Dalle prime immagini che si vedono dalle tv americane l’aereo risulta fermo contro la recinzione sulla pista innevata, e sembra che apparentemente abbia un’ala danneggiata. Decine di ambulanze si sono recate sul luogo per dare i primi soccorsi, ma a quanto pare nessun ferito.

Le tv hanno mostrato alcune immagini mentre i passeggeri scendono dall’aereo, un MD-80 che era in arrivo da Atlanta e da cui sarebbe fuoriuscito del carburante. L’aeroporto LaGuardia di New York, dopo l’incidente che ha coinvolto un aereo della compagnia americana Delta Airlines, è rimasto chiuso fino alle 19, le 01:00 ora italiana. A bordo c’erano 130 persone in tutto, 125 passeggeri e 5 membri dell’equipaggio, tutti evacuati immediatamente senza conseguenze per la loro incolumità. Solo 28 persone hanno riportato lievissime lesioni e 5 sono stati trasportati in ospedale per degli accertamenti.

New York aveva previsto circa un mese fa una bufera di proporzioni storiche, che però non era avvenuta risparmiando la città. Si trattò forse di un eccesso di cautela in quell’occasione: chiusero scuole, uffici, biblioteche e persino la metropolitana. Un eccesso di cautela che sarebbe dovuto essere messo in atto ieri, 5 marzo, quando invece si è abbattuta sulla città una bufera di neve non annunciata cogliendo impreparata la città. Ad aggiungere alle nevicate delle scorse settimane, sono scesi ben 20 centimetri di neve, che hanno registrato un 60% in più rispetto alla media stagionale.