La donna era diventata ormai famosa su twitter per la battaglia che portava avanti per il figlio malato, ma in realtà era una sadica killer. Ora è condannata a 25 anni di reclusione

New York, mamma killer avvelena figlio con flebo di sale

Orrore negli Stati Uniti. La vittima è un bambino di soli 5 anni ucciso dalla sua stessa madre, ormai dipendente dall’attenzione che riceveva su Twitter per la malattia del figlio. La donna, una madre single di New York apparentemente amorevole, è diventata famosa per la cronaca, tramite il famoso social network, per la sua personale battaglia per i problemi di salute del figlio, ricevendo tantissimi messaggi di solidarietà. Dietro questa facciata pubblica si nascondeva però una sadica killer. Lacey Spears, questo il nome della mamma assassina, infatti avvelenava il figlio iniettandogli dosi letali di comune sale, attraverso una sonda gastrica, un tubicino che passando dal naso raggiungeva direttamente lo stomaco del bimbo per alimentarlo. In questo modo Lacey, che ormai pensava solo di diventare famosa a spese del figlioletto, otteneva che il bambino accusasse solo terribili dolori ai reni provocati dalla somministrazione del cloruro di sodio, che non avvenendo per via orale il piccolo non avrebbe mai potuto spiegare ai medici i problemi che gli stesse arrecando la madre.

Una storia davvero agghiacciante che ha scioccato tutta l’America e non solo. Adesso la donna è stata condannata a 25 anni di reclusione per l’omicidio del figlio. All’attenzione del giudice in tribunale sono stati mostrati due video in cui la donna è stata immortalata mentre portava il figlio al bagno con la sonda gastrica. Inoltre sono state trovate nella sua abitazione due sacche da collegare al tubicino piene di sale. In una c’erano l’equivalente di 69 pacchetti di sale. La donna era chiaramente dipendente dalla fama sul social network e nella cronologia del suo computer sono state trovate anche delle specifiche ricerche sui danni causati dall’alto dosaggio del sale.