Le vittime di età compresa tra i 5 e i 15 anni risultano essere membri della stessa famiglia. Ancora sconosciute le cause dell’incendio

vigili del fuoco

Tragedia a New York, in un sobborgo di Brooklyn, dove hanno perso la vita sette bambini a causa di un incendio scoppiato in un appartamento affacciato sulla Bedford Avenue. A renderlo noto il portavoce dei vigili del fuoco, Jim Long, secondo cui altre due persone sono rimaste gravemente ferite, di cui una è la madre di almeno tre dei bambini. Più di 100 pompieri hanno lavorato durante la notte per riuscire a domare le fiamme e ancora non si conoscono le cause che le hanno alimentate. Le vittime, di età compresa tra 5 e 15 anni, non sono state ancora identificate ma da alcune fonti risulterebbero essere membri della stessa famiglia.

“Due dei bambini non respiravano quando li abbiamo portati fuori. I vigili del fuoco sono corsi in strada con loro sulle barelle”, ha raccontato un volontario che si trovava sul posto al momento della tragedia. Dalle testimonianze l’incendio sarebbe scoppiato poco dopo la mezzanotte, e subito sono arrivati sul posto 25 mezzi e oltre 100 addetti per domarlo. Nel frattempo i sanitari, hanno tentato di mantenere in vita le vittime, purtroppo senza successo.

Ad allertare la polizia alcuni vicini che hanno sentito le urla della madre delle vittime. “Ho sentito una donna urlare ‘i miei figli sono dentro, fateli uscire, fateli uscire’”, ha raccontato un vicino. Altri testimoni hanno parlato di “scene orribili”, con i vigili del fuoco che estraevano fuori dall’appartamento corpi di bambini per trasportarli sulle ambulanze con le barelle tentando di mantenerli in vita.