bmw-valet-parking-9

Bmw presenterà al Consumer Electronics Show di Las Vegas, dal 6 al 9 gennaio 2015, delle tecnologie innovative pensate per la sicurezza del conducente e per agevolare alcune situazioni di guida particolari.

La prima novità è la piattaforma di visualizzazione a 360°. In questo modo il conducente potrà prevenire le collisioni grazie al riconoscimento dell’ambiente in cui si trova il veicolo. 4 scanner laser avanzati registreranno l’ambiente e identificheranno in modo affidabile gli ostacoli. Così se l’automobile si avvicina ad un muro o a una colonna troppo velocemente, frenerà in maniera automatica senza l’input del guidatore, impedendo la collisione. Con questa funzionalità, l’azienda tedesca vuole alleviare lo stress del conducente quando si trova in spazi con scarsa visibilità, contribuendo per la sua sicurezza. L’applicazione, come tutte quelle di assistenza ideate da Bmw, potrà essere disabilitata in qualsiasi momento dal conducente.

La seconda funzione è il Remote Valet Parking Assistant, installato per la prima volta sulla Bmw i3. Si tratta di un parcheggio completamente automatico nei parcheggi multipiano, e senza il guidatore a bordo dell’auto. Il conducente potrà utilizzare il proprio Smartwatch per attivare questa funzione, e il sistema guiderà la Bmw in modo indipendente attraverso i vari piani del parcheggio, senza far perdere del tempo al conducente, che potrà così arrivare in tempo ai suoi appuntamenti. Questo sarà possibile grazie alla combinazione delle informazioni in arrivo dagli scanner laser con la planimetria digitale degli edifici interessati. Il Remote Valet Parking Assistant riconosce le caratteristiche strutturali del parcheggio e consente all’auto di evitare gli ostacoli che appaiono all’improvviso, come ad esempio i veicoli parcheggiati in modo non corretto. La Bmw, dopo il parcheggio indipendente, aspetterà di essere richiamata dal proprietario, sempre tramite lo smartwatch, e utilizzando comandi vocali. Addirittura la funzione è stata ideata per calcolare il tempo esatto che il guidatore impiegherà per arrivare al parcheggio, in modo tale che la Bmw arrivi all’uscita col sopraggiungere del proprietario, pronta per ripartire.