Maradona lo chiama traditore? Icardi se ne frega!

Inter-Chievo Verona serie A

Icardi sempre protagonista, anche durante lo show di Piero Chiambretti.
L’attaccante dell’Inter risponde in modo diretto alle domande del conduttore del “Grand Hotel Chiambretti” e senza peli sulla lingua, ribatte a tono anche a Maradona.
“Maradona dice che sono un traditore? Non me ne frega niente. Io faccio la mia vita e sono felice con Wanda. Alla fine dei miei giorni preferirò essere entrato nella storia o passare alla cassa? Se posso, tutti e due. Se faccio la storia, ho tanta cassa”; “Maxi Lopez fa gol? Non mi interessa”. Questo è il pensiero di Mauro Icardi.

Insieme a lui anche la sua dolce metà Wanda Nara, show girl argentina ed ex moglie di Maxi Lopez (attaccante del Torino). La coppia più discussa del calcio italiano, parla dei rapporti con l’ex di lei e, alla domanda “Maxi può vedere i suoi figli?” Wanda risponde di si, mentre Mauro precisa che né lui e né la moglie sono presenti in questi incontri perché non hanno voglia di incrociarlo.
Sulla mancata stretta di mano tra i due rivali, la showgirl sostiene che i giocatori dovrebbero dare l’esempio e che Maxi Lopez avrebbe dovuta dargliela. Non solo, Wanda svela che per lei è stata solo scena in quanto, la settimana prima Lopez avrebbe salutato Mauro proprio in occasione del compleanno del figlio.
La Nara continua dichiarando che Mauro è come un secondo papà per i figli suoi e di Lopez, si comporta benissimo ed è questo che l’ha fatta innamorare di lui. Ed è proprio per questo motivo che i due sono arrivati in ritardo in trasmissione, Mauro era a scuola con il piccolo Benedicto che compiva gli anni.
L’attaccante dell’Inter, molto noto per il suo caratterino, sembra davvero tenero con i figli e la sua amata, così Piero Chiambretti lo punzecchia: “Ti sei sposato a 22 anni, ti sei fermato subito a Wanda: sei pazzo o innamorato?”. E Mauro ribatte prontamente: “Innamorato, sennò non mi fermavo”.

Icardi rivela inoltre di voler rimanere all’Inter fino alla fine del contratto quinquennale (gliene mancano altri tre anni). Quando Chiambretti lo incalza, sostenendo che in Inghilterra guadagnerebbe 3 milioni a stagione invece che gli 800mila euro all’Inter, lui sorride commentando che se lo vogliono in Inghilterra, devono pagare l’Inter.