Il leader della Lega dopo essere stato accolto a Livorno con lanci di uova e pomodori: “Ringrazio la Livorno democratica, diamo una lezione di democrazia a questi sfigati”. E attacca Renzi: “Mi da dello sciacallo? Taccia il becchino incapace, recordman di morti”

Salvini

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini è stato accolto a Livorno col lancio di uova e pomodori. Schivandoli il politico ha detto: “Ringrazio la Livorno democratica, diamo una lezione di democrazia a questi sfigati”.

Ad attaccare Salvini, che si era presentato nella città toscana per tenere un comizio per le elezioni regionali, sarebbero stati un gruppo di contestatori, posizionati sul lato opposto di via Grande, proprio di fronte al banchetto allestito dalla Lega. Per lui anche striscioni e slogan come “Salvini fascista” e “Livorno non ti vuole”.

“Mi impegno a tornare a Livorno una, due, tre, quattro volte fino a quando non sarà possibile anche qui manifestare liberamente. Livorno diventi una città sicura e democratica”, ha aggiunto dopo l’episodio Salvini. “A me interessa la gente per bene ieri 700 persone a Cecina, 400 a Follonica, i balordi dei centri sociali si commentano da soli. Sono i nuovi squadristi, altro che 25 aprile, ma a me interessa la tanta gente per bene che ci darà una mano a liberare la Toscana”, ha proseguito.

Riguardo al naufragio dei giorni scorsi che ha causato la morte di decine e decine di persone il leader della Lega attacca il premier Matteo Renzi: “Renzi continua a darmi dello sciacallo? Taccia il becchino incapace, recordman di morti e di sbarchi. Se non fossero morte settecento persone di cosa parlerebbero oggi? Sono ipocriti e pericolosi e Renzi peggio di tutti. Ci hanno criticato e insultato dandoci dei razzisti e oggi che fanno? Dicono di voler affondare i barconi e fare i blocchi, cose che noi diciamo da tempo. Bisogna sfondare i barconi, andare in Nord Africa ed identificare le persone, bisogna respingere i clandestini, arrestare gli scafisti”. “Quando saremo al governo manderemo una letterina con scritto entro tre mesi sgomberiamo questo o quel campo rom. Ma lasciamo la possibilità al Partito Democratico di adottarne qualcuno”, ha concluso.