mario-balotelli-FILEminimizer1

Non è uno dei periodi migliori quello di Mario Balotelli. Difficoltà in campo, notti brave, gossip su gossip, e adesso anche accusato di razzismo e antisemitismo che gli costerà molto probabilmente una squalifica di 5 giornate dalla Football Association. A far discutere e scatenare infinite polemiche è stata un’immagine che l’attaccante del Liverpool ha postato su Instagram. La foto in questione che riproduce il personaggio di Super Mario Bros è accompagnata dalla scritta: “Non essere razzista. Fai come Mario. È un idraulico italiano, creato da giapponesi, che parla inglese e assomiglia a un messicano.. Salta come un nero e afferra soldi come gli ebrei”. Secondo Balotelli doveva essere una frase umoristica antirazzista, e non razzista come invece è stata giudicata dal web. A renderla offensiva sarebbe stata proprio l’ultima ‘battuta’, che ha colpito le persone di origine e religione ebraica tanto da far scoppiare in Inghilterra un vero putiferio. L’attaccante si difende immediatamente su Twitter dicendo che anche la madre è ebrea: “quindi statevene zitti”, aggiunge quasi infastidito. In mattinata però, ripensandoci con la calma che di certo non lo contraddistingue, ha tolto l’immagine da Instagram e si è scusato così sul suo profilo: “Mi scuso se ho offeso qualcuno. Il post voleva essere anti razzista con un po’ di umorismo. Ora capisco che fuori da questo contesto possa avere l’effetto opposto. Non tutti i messicani hanno i baffi, non tutti i neri saltano molto in alto, non tutti gli ebrei amano i soldi. Ho usato un cartone come Super Mario perchè pensavo fosse divertente e non offensivo. Ancora, chiedo scusa”. Le sue parole sembrano sincere, ma ormai quel che è detto è detto, e la Football Association inglese aprirà un’inchiesta e prenderà seri provvedimenti.