Red sliced onion

Mangiare cipolla può proteggervi da uno dei peggiori tipi di cancro, quello allo stomaco. Sembra che questo alimento sia una vera e propria medicina naturale, avendo proprietà utilissime a corazzare le cellule dello stomaco contro la malattia. A contrastare il male, non è comunque solo la cipolla, ma tutti i prodotti che contengono composti solforati, e quindi anche aglio e porri. A dirlo è una ricerca italiana guidata dall’Istituto Mario Negri e dall’Università di Milano. Gli scienziati hanno messo a confronto 230 persone malate di tumore allo stomaco e 547 persone perfettamente sane. Consumando dosi di cipolla o aglio da due porzioni a settimana si è dimostrato che il rischio di formazione di un tumore allo stomaco diminuiva del 40 %, o in alcuni casi scompariva. Le percentuali si differivano di poco se la persona consumava più cipolla o più aglio. Infatti l’aglio ha un’ottima azione benefica, ma meno efficace rispetto alla cipolla, portando al 30% la diminuzione del rischio. I ricercatori hanno spiegato che i composti solforati tipici di tali alimenti fanno da scudo contro l’infezione dell’Helicobacter Pylori. Questo batterio, scoperto nel 2005 da uno dei più grandi ricercatori del mondo, Barry James Marshall, e che gli valse il premio nobel per la medicina, è ritenuto uno delle principali cause dell’insorgere di patologie come ulcere, gastriti e cancro allo stomaco. Questa terapia naturale farà sicuramente piacere agli amanti della cipolla, ma meno a chi proprio non riesce nemmeno a sentirne l’odore. Ma se volete prevenire il rischio, sarà bene almeno tentarci.