LaStampa.it

Le vittime del maltempo sono due sorelle travolte con la loro auto dall’esondazione del torrente Elsa. Si cercano altri veicoli coinvolti. Il sindaco di Manciano denuncia la moderazione dell’allerta meteo.

Esonda a causa del maltempo anche il torrente Elsa nella zona tra Albinia e Manciano, in Toscana. Due vittime sono state recuperate dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Si tratta di due sorelle di 69 e 65anni, Marisa e Graziella Carletti, morte nella loro auto travolta dalle acque, che è finita in un campo a 70 metri dalla strada ricoprendosi interamente di fango e ostacolando il recupero dei loro corpi. Adesso si è alla ricerca di altri eventuali veicoli coinvolti. La situazione è critica in molte altre zone toscane, soprattutto a Saturnia e Orbetello, dove è stata ordinata l’evacuazione dalle case. Il sindaco di Manciano denuncia l’accaduto: “Ci avevano comunicato un allerta meteo moderata, da 40-80 mm al massimo, e che sarebbe finita entro le 18:00, ma la pioggia ha continuato oltre e violentemente”.
Continua l’emergenza a Parma, colpita duramente dall’alluvione il lunedì, nel Piacentino e a Reggio Emilia. Problemi di frane e strade allagate ad Alessandria e a Verbania. Miglioramenti invece a Genova a 5 giorni dall’alluvione. La protezione civile ha dichiarato concluso lo stato di allerta. Adesso la procura indagherà per disastro colposo dopo aver aperto anche un fascicolo per omicidio colposo. Nel mirino la mancata allerta e la cattiva gestione d’emergenza.