I militanti estremisti dello Stato islamico minacciano ancora Roma e lo fanno sui social network tramite l’hashtag #WeAreComingToRome. Sotto il tweet il messaggio “L’Isis a Roma, con la volontà di Dio”

isis

Gli estremisti del mondo islamico hanno già minacciato Roma più volte, e adesso tornano a incutere timore tramite un’hashtag, ossia #WeAreComingToRome (Stiamo arrivando Aa Roma). Lo riferisce la direttrice di Site, Rita Katz, del servizio segreto di Intelligence Search for International Terrorist Entities. I terroristi hanno lanciato questo hashtag sui social network, aggiungendo anche un altro messaggio: “L’Isis a Roma, con la volontà di Dio”. Inoltre sotto al tweet appaiono diverse foto che immortalano i combattenti dello Stato islamico con il passamontagna e le bandiere nere in mano, e a bordo di file di mezzi armati, come a dire che sono già in marcia verso il nostro Paese. Sembrano gli stessi jihadisti protagonisti del video dove viene mostrata la tragica decapitazione degli egiziani cristiani copti che si è consumata su una spiaggia della Libia solo una settimana fa.

L’Isis aveva avvertito solo pochi giorni fa di essere a sud di Roma, ma più pressante la minaccia di ieri quando hanno dichiarato di essere quasi alle porte della Capitale.

Rita Katz, che è nata in Iraq e parla perfettamente l’arabo, è un’esperta di terrorismo e aiuta ormai da tempo il governo Usa a scandagliare le propagande dei terroristi. A capo di Site sta seguendo molto da vicino, 24 ore su 24 da un ufficio di Bethesda, nei sobborghi di Washington, e attraverso i social network , tutte le immagini e i documenti postati dai jihadisti. L’ultimo video cui è venuta a conoscenza è stato proprio quello delle decapitazione degli egiziani copti in Libia, e adesso il post dell’ultima minaccia dell’Isis che è tornata a portare tensione nel nostro Paese con l’hashtag #WeAreComingToRome.