I militanti dell’Isis che occupavano da tempo la città libica l’hanno improvvisamente abbandonata per spostarsi verso la regione montagnosa di Ras Helal. Si ipotizza che cerchino una migliore postazione di difesa ai possibili raid aerei

isis in Libia

I militanti estremisti che occupavano ormai da tempo la città di Derna, in Cirenaica, l’hanno improvvisamente e inspiegabilmente abbandonata. Gli uomini dell’Isis (in arabo Daish) si sono spostati coi loro automezzi verso la vicina regione montagnosa di Ras Helal. A riferirlo è il sito Alarabya.net che ha citato alcune fonti locali. La città di Derna, con 80mila abitanti nel nord-est della Libia, era stata presa lo scorso ottobre da jihadisti che si possono riconoscere in Abu Bakr al-Baghdadi e da subito Human Rights Watch, organizzazione non governativa che si occupa dei diritti umani, ha reso noto le loro violazioni, con esecuzioni di massa, pubbliche flagellazioni e altri tipi di inaudita violenza, col quale hanno scatenato un vero e proprio regno del terrore contro gli abitanti della città.

A confermare l’abbandono da Derna, la cui conquista era stata celebrata come il primo passo verso quella dell’intera Libia, è anche il fatto che tutti gli edifici da loro occupati fino a poche ore fa adesso sono completamente svuotati. I motivi che hanno portato i militanti al recente spostamento sono ancora da chiarire. L’unica possibile opzione momentaneamente è che gli jihadisti avrebbero potuto lasciare Derna e gli edifici occupati per sfuggire ai raid aerei che per giorni hanno attaccato le loro postazioni.

Intanto l’esercito libico ha annunciato che la loro aviazione ha distrutto siti del gruppo islamico Ansar Al Sharia a Sirte nel corso di alcuni raid notturni. Ansar Al Sharia, insieme con Fajir Libia e uomini dell’Isis sono le tre formazioni che si contendono il territorio della Libia al governo di Tobruk, riconosciuto a livello internazionale.