Lipari-riaffiora-dal-mare-il-vecchio-porto-romano-dellisola

Una delle più grandi scoperte archeologiche degli ultimi tempi si trova a Lipari. Si tratta dell’antico Porto Romano, riscoperto dal team di “ArchEolie 2014”, che ai tempi degli antichi romani serviva a collegare la “Città Eterna” alle colonie africane. Gli scavi, dove adesso è stato costruito il nuovo porto di Lipari che collega l’isola alla terra ferma, sono terminati con grandissimo successo. La soprintendenza del mare delle Eolie ha deciso, per incrementare il turismo e valorizzare i beni archeologici della Sicilia, di far costruire un tunnel subacqueo trasparente che permetta ai visitatori di ammirare l’imponente Porto Romano senza bagnarsi. A rendere noti i passaggi da effettuare per la realizzazione del tunnel è l’Assessorato ai beni culturali della regione Sicilia: “Una struttura che potrà coniugare le esigenze di tutela del bene culturale sommerso e il suo ‘sfruttamento’ a tutto vantaggio dell’economia locale. A breve saranno condotti anche dei saggi di scavo mirati a verificare l’esistenza di eventuali strutture antiche lungo l’area del costruendo nuovo molo, progettato in prosecuzione di quello in ferro già esistente per l’attracco degli aliscafi, così da definire le emergenze archeologiche dell’area e rendere possibile la realizzazione del progetto”.