L'impatto della tecnologia negli istituti scolastici in Italia

Il binomio tecnologia e scuola, in Italia, sta iniziando a dare i suoi frutti anche se siamo ancora troppo distanti da un approccio tecnologico legato all’istruzione soprattutto dal punto di vista didattico. Sia dal punto di vista amministrativo che gestionale la scuola italiana nel complesso riesce a fare bella figura, ma restano ancora appannati e realmente lontani gli obiettivi dell’utilizzo di strumenti più evoluti oltre alle competenze degli insegnanti legati ad approcci ormai obsoleti. Nel dettaglio, la ricerca, tratta da questo articolo è stata condotta da Link Campus University in collaborazione con Anp e con l’Università degli studi di Roma Tre, la quale si è proposta di indagare sulla situazione delle scuole italiane riguardo l’uso delle tecnologie, sia in ambito didattico che amministrativo. Secondo l’analisi condotta nelle scuole italiane, le strumentazioni tecnologiche disponibili sono realmente minime, si rileva infatti una buona diffusione della connessione internet in classe per un 83%, della Lim 70% e del personal computer o Tablet forniti dalla scuola per un 57%. Dalle indagini condotte su diversi istituti italiani è emerso che le risorse digitali più utilizzate in ambito didattico e professionale sono: internet per la ricerca delle informazioni, il ricorso alla posta elettronica, la videoscrittura e la realizzazione di presentazioni.

I professori usufruiscono di sistemi tecnologici per la crescita professionale, ma anche per progetti collaborativi e per accedere alla formazione a distanza. Mentre le metodologie didattiche tecnologiche consistono invece in cooperative learning, prove di valutazione autentica e flipped classroom. Secondo i sondaggi effettuati almeno il 75% delle scuole italiane ha digitalizzato in parte o completamente la gestione delle classi, iscrizioni, supplenze, ma soprattutto la comunicazione con le famiglie, dato particolarmente importante circa la collaborazione scuola/famiglia. Nonostante la tecnologia all’interno delle segreterie scolastiche si stia diffondendo, risulta ancora immatura la sua diffusione nelle classi, ecco perché è necessario puntare sulla digitalizzazione a scuola che è la precondizione per l’innovazione. Diventa dunque indispensabile usufruire degli strumenti tecnologici messi a disposizione appositamente per gli istituti scolastici, affiancati da un’adeguata formazione sia di studenti che di docenti, avviando progetti didattici focalizzati sulla tecnologia nelle scuole.

Molti sono gli studenti che optano per la scelta di completare il percorso di studi attraverso programmi specializzati assolutamente tecnologici, da alcuni anni è infatti possibile riuscire ad ottenere il diploma online seguendo un percorso formativo anche direttamente dal proprio computer, con lezioni individuali effettuate tramite i sistemi telematici. Adeguarsi ai tempi e alle tecnologie consente di offrire un percorso di formazione decisamente più completo e innovativo.