Sono stati recapitati presso la sede di un giornale satirico di Lecce oltre 300 proiettili accompagnati da un opuscolo religioso. Il direttore Ruggero Vantaggiato ha sporto denuncia contro ignoti sospettando che qualcuno possa essersi indispettito dopo la lettura di un determinato articolo

proiettili

Il direttore del giornale satirico “La Carrozza” di Lecce è stato vittima di un atto intimidatorio. Oltre trecento proiettili calibro 22 gli sono stati recapitati da ignoti in una busta accompagnata da un opuscolo religioso presso la sede del suo giornale, in via Trinchese. È successo il lunedì mattina, quando il direttore del giornale satirico Ruggero Vantaggiato, di 67 anni, arrivato sul posto di lavoro ha trovato una busta con le pallottole.

Ruggero, direttore anche di “Informazioni Sud” e presidente dell’associazione “Lega per la difesa del cittadino, ha denunciato l’inquietante atto presso gli uffici della Digos della questura di Lecce, e consegnato il pacco ricevuto ritrovato nella cassetta delle lettere della sede del giornale, al civico 14 di via Trinchese, nel pieno centro della città. Le indagini sono adesso in corso, partendo dall’analisi dei filmati di videosorveglianza della zona, con la speranza che possano comparire gli autori del gesto, avvenuto solo a un paio di settimane dalla strage di Parigi. La paura è grandissima, ma dopo l’uccisione di giornalisti e vignettisti del giornale satirico Charlie Hebdo è adesso ancora più amplificata. I motivi che si nascondono dietro la consegna dei 300 proiettili potrebbero essere appunto scaturiti dalla lettura di un articolo o di una vignetta dal contenuto irriverente. A sospettarlo è anche il direttore Vantaggiato. Gli investigatori sono all’opera per analizzare ogni singola vignetta riportata sull’ultimo numero del giornale satirico, pubblicato nel periodo tra Natale e Capodanno.