Il terzo film di Silvio Muccino “Le leggi del desiderio” uscirà il 26 febbraio e descrive la voglia di un life coach di aiutare le persone a capire quali siano le loro potenzialità e raggiungere così i loro obiettivi attraverso quelle che per lui sono le leggi del desiderio

silvio muccino

Silvio Muccino è già al suo terzo lavoro da regista. Dopo “Parlami d’amore” nel 2008 e “Un altro mondo” nel 2010, arriverà nelle sale cinematografiche dal 26 febbraio “Le leggi del desiderio”. Del film Silvio è anche autore e interprete del protagonista, il trainer motivazionale Giovanni Canton. Insieme a lui ha collaborato, come anche nelle sue due precedenti pellicole, la sceneggiatrice Carla Vangelista. Nel cast, Nicole Grimaudo, Maurizio Mattioli, Carla Signoris, Paola Tiziana Cruciani e Luca Ward.

Muccino ha curato fortemente anche la prestigiosa colonna sonora, realizzata dalla Direzione Musica RTI e composta da 14 brani, di cui 5 interpretati dal cantautore statunitense Peter Cincotti, che ha rivisitato in chiave moderna “Via con me” di Paolo Conte e reinterpretato “Dream a little dream of me”. Nelle tracce ritroviamo anche classici come “Fame” di David Bowie e “Feelin’ alright” di Joe Cocker.

Con “Le leggi del desiderio” Muccino vuole spronare il pubblico, con creatività e originalità, a guardarsi dentro e far uscire le proprie potenzialità col fine di raggiungere ogni desiderio. Il personaggio da lui interpretato, Giovanni Canton, è infatti un life coach convinto che esistano delle tecniche ben precise per raggiungere ciò che più si desidera. Molti lo stimano e lo seguono, altri lo considerano un vero e proprio ciarlatano. Così Canton, messo alla prova dall’editore Paolo Rubens, interpretato da Luca Ward, e per sembrare una volta per tutte credibile e dimostrare che le sue teorie sono vere, decide di organizzare un concorso e selezionare tre persone aiutandole a realizzare i loro desideri nel tempo stabilito di sei mesi.

Dopo tanti provini sceglie i tre fortunati: un uomo che ha perso il lavoro che nonostante sia già sessantenne non si arrende e vuole rimettersi fortemente in gioco; una signora tutta casa e chiesa che scrive romanzi d’amore erotici che la fanno sentire donna, e una giovane aiutante e segretaria della casa editrice che cerca di imporsi con le sue doti. Ad interpretare questi motivati personaggi sono rispettivamente Maurizio Mattioli, Carla Signoris e Nicole Grimaudo. Creerà dunque un intenso rapporto con i tre prescelti fino a che tutti, compreso il protagonista, saranno travolti da effetti davvero inaspettati nella loro vita.

“Non c’è programma televisivo, campagna pubblicitaria o propaganda elettorale che non faccia leva sul nostro ‘desiderio’ di essere o di diventare qualcuno, e tutti ci propongono dei modelli ‘vincenti’ a cui assomigliare. Ma è proprio in questo paragone costante con un modello irreale che si costruisce la nostra infelicità, e perdiamo di vista noi stessi, ciò che siamo davvero, ciò che veramente vogliamo”. Parola di Silvio Muccino.