Questo articolo è scritto per Fanews.it dalla redazione di Il Trading Per Te, sito dedicato al trading. L’articolo espone le 5 correlazioni finanziarie più forti e rilevanti degli ultimi anni

Le 5 correlazioni finanziarie più rilevanti degli ultimi anni

Le correlazioni non nascono dalla finanza. Nascono dalla statistica. 2 variabili sono correlate positivamente (o direttamente) se all’aumentare di una, aumenta in un certo modo l’altra. Viceversa, 2 variabili sono correlate negativamente (o inversamente) se al diminuire di una, diminuisce in un certo modo l’altra. Le correlazioni però sono da sempre applicate anche in ambito finanziario. Infatti, è chiaro che l’andamento dei prezzi di alcuni asset finanziari è, spesso, legato (correlato) all’andamento dei prezzi di altri asset finanziari. In questo articolo andiamo a vedere quali sono le 5 correlazioni finanziarie più importanti e forti degli ultimi anni. Iniziamo.

Correlazione inversa tra EUR/USD e USD/CHF
Questa è da sempre la correlazione più classica e tecnica del mercato valutario. Infatti, sono ormai tantissimi anni che EUR/USD e USD/CHF presentano una correlazione inversa quasi perfetta. Ciò significa che di norma all’aumentare dell’EUR/USD, il cross USD/CHF cala. Viceversa, se cala l’EUR/USD, il cross USD/CHF si apprezza.

Correlazione inversa tra USD e materie prime
Un’altra storica correlazione inversa è quella del dollaro con le materie prime. Il motivo di questa correlazione è che tutte le materie prime del mondo sono quotate in dollari. E quindi quando il dollaro per esempio cala, gli operatori sfruttano questa debolezza per comprare più materie prime (che costano di meno). E quindi il valore di tali materie prime aumenta. Insomma, tutte le materie prime quotate presentano sempre una correlazione inversa con il dollaro perché esse stesse sono quotate in dollari.

Correlazione diretta tra oro e JPY
L’oro e lo yen giapponese (JPY) sono fortemente correlate positivamente perché sono accumunate di un unico destino o funzione: esse sono i 2 asset rifugio per eccellenza. Infatti, nei periodi di turbolenza sui mercati globali, o nei periodi di tensione geopolitica, gli investitori si rifugiano negli asset a basso rischio. E storicamente questi 2 asset sono l’oro e lo yen. Quindi nei momenti negativi per i mercati globali, oro e yen si apprezzano. Nei momenti positivi per i mercati globali, oro e yen si deprezzano.

Correlazione diretta tra oro e AUD
L’oro è correlato positivamente anche con il dollaro australiano (AUD). In questo caso però la motivazione è molto più immediata. L’Australia, infatti, è uno dei principali produttori di oro al mondo.

Correlazione diretta tra petrolio e CAD
Infine, il petrolio. La valuta che più di tutte è influenzata (positivamente) dal petrolio è il dollaro canadese, il CAD. Infatti, il Canada è il paese altamente sviluppato che più di tutti possiede grandi riserve petrolifere. E quindi l’andamento dei prezzi del greggio influenza in modo diretto la valuta canadese.

Conclusione: non sottovalutare l’importanza delle correlazioni finanziarie
In conclusione, è bene ricordare che qualsiasi operatore sui mercati globali dovrebbe conoscere le correlazioni di prezzo degli asset più importanti. O almeno dovrebbe conoscere bene le correlazioni di prezzo degli asset su cui opera abitualmente.