È come un circolo letterario, ma online. La nuova idea del fondatore di facebook, mirata ad invogliare alla lettura, è di leggere e commentare, insieme a chi vorrà seguirlo in questo buon proposito del 2015, un libro ogni due settimane. Già sono 130mila i ‘mi piace’ e il primo libro è andato a ruba

mark zuckerberg

Mark Zuckerberg ogni anno, come molti, si impone dei nuovi propositi. Anni addietro voleva imparare il cinese mandarino, diventare vegetariano, indossare una cravatta diversa ogni giorno. Per il 2015 invece ha deciso di leggere di più. Più precisamente un libro ogni due settimane. Ha creato quindi una pagina facebook , chiamata “Year of books”, e invogliato tantissimi utenti (già sono 130 mila i ‘mi piace’ sulla sua pagina) a fare lo stesso per commentare insieme. Un vero e proprio circolo letterario, ma ovviamente online. Zuckerberg spiega : “Sono molto contento di questa sfida. I libri ti permettono di esplorare e immergerti in nuovi argomenti, più di quanto non lo facciano oggi i media. Mi piacerebbe far virare la mia dieta mediatica sempre più verso i libri”. “Potete partecipare liberamente se avete letto lo stesso libro e avete commenti pertinenti da aggiungere”, ha continuato il fondatore del social network più famoso al mondo, che trasforma così la sua iniziativa da un fatto privato come la lettura a un qualcosa di pubblico da poter condividere tutti insieme. Il primo libro scelto è “La fine del potere” di Moses Naim, politologo venezuelano. Il tema, sicuramente molto discutibile, è il cambiamento nel tempo della natura delle leadership. Da Amazon hanno già fatto sapere che, dopo soli due giorni dall’annuncio, il volume di Moses Naim è andato a ruba ed è già esaurito. Mark, con le sue idee tutte social, non finirà mai di stupire.