Partita contestatissima tra le migliori squadre italiane. Finisce in un pareggio il primo tempo con due rigori concessi alla Juve, uno a favore della Roma e un tiro perfetto su assist di Iturbe. Nella seconda ripresa Bonucci segna il vantaggio della squadra di Allegri

juventus_roma_getty

La Juve batte la Roma con un faticoso 3 a 2

La Juventus sale in cima alla classifica dopo il primo scontro diretto stagionale con la Roma. Adesso è a +3 dai giallorossi di Garcia, dopo una partita piena di tensioni e attriti. La calma apparente di inizio partita si trasforma dal 26’ minuto in una vera e propria tempesta, quando l’arbitro assegna un rigore alla Juventus per fallo di mano di Maicon in un episodio davvero difficile da poter giudicare. Tevez punta alla porta senza sbagliare, ma tiene la sua squadra in vantaggio solo fino al 31’, quando lo stesso Rocchi concede il rigore anche alla Roma per fallo di Lichtsteiner su Totti. È il capitano romano a prevalere su Buffon dopo le consuete contestazioni. Inizia una vera lotta tra le due più grandi squadre italiane di questo campionato che si conclude nel primo tempo con un pari merito: Gervigho crea l’assist perfetto per Iturbe, che supera Buffon al 44’; secondo rigore invece per i bianconeri, segnato ancora da Tevez, quando Pjanic stende Pogba in scivolata. Nella seconda ripresa tutto porta a pensare a una conclusione di comodo pareggio, se non quando Bonucci a quattro minuti dal termine carica un destro al volo da fuori area e porta la Juve al 3 a 2 confermando la loro superiorità.