Gli alimenti che stanno alla base della dieta mediterranea hanno un effetto protettivo nei confronti dei telomeri, e allungandoli aumentano la possibilità di vivere più a lungo e in salute

dietamediterranea

Una corretta alimentazione quotidiana sta alla base del segreto di longevità. Com’è possibile? Con la dieta mediterranea. Lo rivela uno studio condotto dal Brigham and Women’s Hospital, una struttura affiliata all’Università di Harvard. Questa dieta, come tutti sappiamo, ha un elevato consumo di pane, frutta, verdura, cereali, olio d’oliva, pesce e vino, alimenti che hanno ottimi benefici per chi vuole mantenersi in salute. Dichiarata dall’Unesco patrimonio culturale immateriale dell’Umanità e tipica di Italia, Grecia, Spagna e Marocco, porta, come dimostrano studi precedenti, minori tassi di malattie cardiovascolari ai consumatori, nonostante questi assumano, come negli Stati Uniti, una quantità elevatissima di grassi. Rispetto al regime statunitense però, nei paesi mediterranei la grande quantità di olio d’oliva controbilancia almeno in parte i grassi animali, abbassando anche i livelli di colesterolo nel sangue.

Ma questi alimenti hanno soprattutto un effetto protettivo nei confronti dei telomeri, piccole porzioni di Dna che si trovano alla fine di ogni cromosoma e che hanno l’importante ruolo di determinare la durata della vita di ciascuna cellula. La dieta mediterranea aiuta, secondo i ricercatori, a preservare la lunghezza dei telomeri e può quindi determinare un allungamento dei tempi di vita. I telomeri infatti, con il passare degli anni, si accorciano, e proprio questi cibi potrebbero rallentarne il processo di logorio.

Nello specifico, i ricercatori dello studio guidati dall’esperta della T.H. Chan School of Public Health Immaculata De Vivo, hanno analizzato le abitudini alimentari di 4.676 donne in buono stato di salute che avevano compilato questionari specifici nell’ambito del Nurses’ Health Study, misurando lo stato dei loro telomeri. Si è verificato che le donne che si alimentavano basandosi sulla dieta mediterranea hanno avuto in media una vita più lunga. “I nostri risultati hanno dimostrato che in generale mangiare sano si associa a telomeri più lunghi. Tuttavia, l’associazione più forte è stata osservata fra le donne che seguivano una dieta mediterranea”, ha assicurato la studiosa Marta Crous Bou. “I nostri risultati offrono ulteriore sostegno ai benefici dell’aderenza a questa dieta per promuovere la salute e la longevità”, ha sottolineato De Vivo. Per indirizzare tutti a fare le scelte alimentari più giuste, bisognerà però condurre nuovi studi per l’identificazione degli ingredienti responsabili di questo effetto protettivo nei confronti dei telomeri.