Il primo posto in classifica si deciderà domani, 5 ottobre, alle 18:00 con lo scontro diretto Juventus-Roma. Allegri vuole riscattarsi dalla sconfitta a Madrid, mentre Garcia assicura che la sua squadra darà il 100%

garcia-allegri-640

Juventus-Roma, scontro diretto

L’obiettivo principale del tecnico juventino Massimiliano Allegri è quello di lasciarsi alle spalle la sconfitta a Madrid con l’Atletico, battendo la Roma, in cima alla classifica a pari merito con la sua Juve, nello scontro diretto di domani, domenica 5 ottobre. Nel grande match punta in primis su Carlos Tevez , in formissima sin da inizio stagione, e sulla presenza in campo di Buffon, Bonucci, Lichtsteiner, Marchisio e Llorente. In panchina Andrea Pirlo, che finalmente dopo l’infortunio all’anca subìto ad agosto al Trofeo Tim, potrebbe essere disponibile nella sfida contro i giallorossi di Garcia. Non proprio raggiante in Champions League, Llorente vorrebbe riscattarsi questa domenica e disputare almeno uno spezzone della partita: “Mi sento bene, sto migliorando e ho moltissima voglia di giocare” dice il giovane spagnolo. Inoltre Caceres, dopo una lussazione alla spalla, potrebbe essere sostituito da Ogbonna al fianco di Bonucci e Chiellini.
Rudi Garcia è molto fiducioso: “Noi giochiamo tecnicamente meglio-dice l’allenatore francese in una conferenza stampa-ma non è detto che basti”. “ Ci giochiamo solo 3 punti, non si deciderà il campionato, ma per noi sarà un grande test. Daremo il 100% a prescindere del risultato e mostreremo quanto vale il nostro gioco di squadra”. La Roma ha diramato la lista dei convocati dopo varie incertezze: a destra Maicon, al centro Yanga-Mbiwa e Manolos, mentre a sinistra probabile la presenza di Cole. I centrocampisti chiamati da Garcia saranno Nainggolan, Keita e Pjanic. I titolari all’attacco invece Gervinho, Totti e Florenzi, con Destro e Iturbe in panchina pronti a sostituirli. Grande assente tra i pali Morgan De Sanctis. Al suo posto giocherà ancora Skorupski.