Mortdecai, la storia di un criminale mercante d’arte, sarà al cinema dal 19 febbraio per la regia di David Koepp. Nel cast Johnny Depp e Gwyneth Paltrow

mortdecai

Il 19 febbraio arriverà nelle sale cinematografiche “Mortdecai”, ispirato al libro “Don’t Point that Thing at Me” di Kyril Bonfiglioli, e per la regia di David Koepp che ha già collaborato con successo internazionale per le direzioni di “Jurassic Park”, “Mission Impossible”, “Spider-Man”, e “Angeli e Demoni”. Protagonista dell’action-comedy il versatile divo Johnny Depp, nel ruolo proprio di Charlie Mortdecai, un brillante e carismatico mercante d’arte.
Charlie è un gentiluomo che si diverte a fare il criminale durante il tempo libero, e ama definirsi “un simpatico, ricco e vigliacco mercante d’arte, amante del divertimento, che sguazza nel crimine”. Insomma sembra essere proprio un antieroe.

L’eccentrico miliardario Charlie, è pazzamente innamorato della sua incantevole moglie (Gwyneth Paltrow), del lusso più sfrenato e dei suoi irresistibili baffetti. Per ottenere quello che desidera è disposto a non piegarsi davanti a nulla. Sarà chiamato a gestire un branco di russi inferociti, i servizi segreti inglesi, una moglie dalle gambe chilometriche e un terrorista internazionale. Una situazione per nulla semplice, ma che Mortdecai riuscirà a superare. Armato solo del suo fascino, intraprenderà una corsa contro il tempo per riuscire a impossessarsi di un dipinto rubato, che si dice contenga il codice per accedere a un conto bancario in cui era stato depositato l’oro dei nazisti.
La pellicola arriverà nelle sale con Adler Entertainment con un cast eccezionale: Johnny Depp, Gwyneth Paltrow, Ewan McGregor, Olivia Munn, Jeff Goldblum e Paul Bettany.

Il regista David Koepp descrive così il protagonista della sua action-comedy: “È un furfante, ed è questo che affascina sua moglie. Charlie la fa ridere, ed è questo che l’ha conquistata. Sono profondamente gelosi l’uno dell’altra e, come in ogni matrimonio di successo, la passione è tenuta viva da un po’ di pepe”. Mentre l’attrice hollywoodiana Gwyneth Paltrow racconta divertita di una determinata scena che ha dovuto girare almeno 15 volte: “Johanna è inorridita dai baffi che suo marito si è fatto crescere mentre lei era in viaggio. Questo nuovo “accessorio” di Charlie mina un po’ il loro rapporto, perché lei li trova davvero rivoltanti. Cerca di passarci sopra, ma non ci riesce. La fanno quasi vomitare. Girare quelle scene è stata la cosa più difficile che abbia dovuto fare nella mia carriera. Riuscire a portarle a termine senza scoppiare a ridere era un compito arduo!”.