Le tre ragazze fuggite da Londra per unirsi con l’Isis sono state riprese da un video alla stazione di Bayrampasa, ad Istanbul, prima di partire con alcuni militanti

ragazze britanniche fuggite in Siria

Erano fuggite da Londra lo scorso 17 febbraio per unirsi all’Isis e probabilmente sposare gli jihadisti. Adesso spuntano nuove immagini che le ritraggono durante il viaggio. Si tratta delle tre minorenni di origini musulmane, residenti ormai da anni a Londra con la famiglia, che, con la scusa di rimanere fuori tutta la giornata per studiare insieme, sono scappate da casa per andare a prendere un volo che le avrebbe portate in Siria. Le immagini mostrano le adolescenti Shamina Begum e Amira Abase, 15 anni, e Kadiza Sultana, 16, alla stazione del bus di Bayrampasa, a Istanbul, lo stesso 17 febbraio. La Scotland Yard, che purtroppo non è riuscita a fermare le ragazze in tempo all’aeroporto, sostiene che le tre si trovano già in Siria e che potrebbero già aver incontrato i miliziani dello Stato islamico al confine.

Secondo quanto riferito le tre aspiranti donne dell’Isis hanno atteso negli uffici della stazione due compagnie di autobus prima di prendere il 18 febbraio quello diretto a Urfa, vicino al confine con la Siria. Poi sarebbero salite su un’auto guidata da trafficanti di esseri umani. Le ragazze prima di prendere l’ultimo autobus, come indica il video, avrebbero aspettato all’interno della stazione almeno 18 ore. Le immagini, che hanno immortalato le ragazzine sia il 17 che il 18 febbraio, sono state riprese dalle telecamere a circuito chiuso della stazione di Bayrampasa, a Istanbul, e diffuse dalla tv turca A Haber.

Intanto la polizia turca sta cercando di identificare i soggetti che compaiono nel video insieme a loro alla stazione dei bus mentre stanno aiutando le tre ragazze con i bagagli prima di andare via.