20141003_india

Aveva denunciato coraggiosamente i suoi stupratori facendoli arrestare. Ma dopo essere usciti dal carcere l’hanno bruciata viva. È successo a una ragazza di 17 anni nello stato indiano del Punjab. Adesso è ricoverata in un centro sanitario di Ludhiana e presenta ustioni gravissime sul 75 % del corpo. La giovane vittima era stata aggredita e violentata da tre uomini che, dopo essere stati messi in libertà provvisoria dal giudice, hanno chiamato alcuni amici per recarsi a casa della ragazza per mettere in atto l’atroce gesto. Non contenti di aver rovinato la sua adolescenza con ricordi riprovevoli, adesso hanno anche rovinato il suo corpo cospargendolo di cherosene e appiccando il fuoco. I tre uomini, secondo alcune fonti, sono tutti originari del Bihar e due di loro sono stati arrestati dagli agenti dopo l’accaduto. La ragazzina vittima per ben due volte dei loro gesti inumani è invece in fin di vita.