L’Ue si mobiliterà presto per trovare una soluzione e porre fine a queste tragedie. Matteo Salvini accusa: “Stop morti! Stop invasioni! Renzi e Alfano siete pericolosi per gli italiani e gli immigrati”

strage nel Canale di Sicilia

Nuove vittime nel Canale di Sicilia. 10 sono i migranti morti durante il naufragio, mentre 121 sono stati ‘miracolati’ e portati in salvo dalla Guardia costiera nelle ultime 24 ore e grazie a sette operazioni coordinate dal Centro Nazionale di soccorso a Roma. Ormai la Sicilia vive una situazione insostenibile, tutti i centri di accoglienza sono pieni e non vi è quasi più posto. Ma la disperazione di questi migranti li spinge sull’isola a massa e giorno dopo giorno. E l’ennesima tragedia ha allarmato ancora di più l’Ue mobilitandola ad accelerare sul tema delle migrazioni con un’anticipazione degli incontri da luglio a metà maggio. A premere sulla collaborazione a livello europeo è stata la Presidente della Camera Laura Boldrini che ha scritto al presidente Schulz chiedendo di avere l’appoggio di tutti e 28 paesi dell’Unione Europea per trovare al più presto una soluzione ed evitare ulteriori morti.

I profughi provengono da Siria, Libia, Palestina, Tunisia e Paesi dell’Africa subsahariana. Tra loro 30 bambini e più di 50 donne, di cui una incinta che bisognosa di urgente assistenza è stata trasferita con una motovedetta della Guardia Costiera di Lampedusa.

I cadaveri delle vittime sono stati recuperati dall’equipaggio della nave “Dattilo” CP940 della Guardia costiera dopo una segnalazione giunta dal rimorchiatore “OOC Cougar”, che operava presso le piattaforme petrolifere libiche. Il gommone si è ribaltato a circa 50 miglia a Nord delle coste della Libia. Superstiti e cadaveri sono stati imbarcati insieme sulle “Dattilo” dove già vi erano a bordo 318 profughi soccorsi in un precedente intervento. Altre infatti sono state le operazioni di salvataggio: un mercantile ha salvato 183 persone e la nave “Fiorillo” CP904 della Guardia costiera ne ha messe in salvo altre 319. Richiesto anche l’aiuto della Marina militare inserita nel dispositivo “Triton”. In tutto hanno ricevuto assistenza 5 gommoni e 2 barconi.

Non manca di andare all’attacco Matteo Salvini, che ormai da tempo porta avanti una lotta continua contro questi sbarchi: “Altri 10 morti e 900 clandestini pronti a sbarcare. A Roma e a Bruxelles ci sono tasche piene e mani sporche di sangue. Stop alle partenze, stop alle morti, stop invasione! Renzi e Alfano, siete pericolosi per gli italiani e per gli immigrati”.

Intanto la polizia siciliana conta di individuare gli scafisti dai video girati dalle guardie costiere al momento del salvataggio dei naufraghi.