La portavoce del Commissario agli Affari interni e all’immigrazione Natasha Bertaud: “Non possiamo fare molto da soli, non abbiamo la bacchetta magica perché non abbiamo i fondi né il sostegno politico per lanciare operazioni europee di salvataggio”

immigrati

“La situazione nel Mediterraneo è grave e peggiorerà nelle prossime settimane e mesi ma dobbiamo essere franchi, la Commissione non può fare da sola”. Lo ha affermato Natasha Bertaud, portavoce del Commissario agli Affari interni e all’immigrazione, appellandosi ai governi. “Non abbiamo la bacchetta magica perché non abbiamo i fondi né il sostegno politico per lanciare operazioni europee di salvataggio” ha aggiunto.

L’operazione Triton di Frontex, secondo la Bertaud, è la risposta a quello che l’Italia ha chiesto, ma è anche “un’operazione che può solo dare assistenza perchè ha un budget annuale di 19 milioni di euro, che non è sufficiente”. “Non abbiamo informazioni affidabili sulla notizia circolata sui media della morte di 400 migranti nel Mediterraneo, quindi per il momento siamo cauti nel commentare tale informazione” ha spiegato ancora la portavoce, aggiungendo che “fino a venerdì scorso la guardia costiera italiana ha recuperato 7.850 migranti”.

“L’emergenza immigrazione è la priorità delle priorità per la Commissione europea che sta lavorando intensamente per finalizzare entro maggio la nuova strategia” ha detto invece Margaritis Schinas, portavoce dell’esecutivo comunitario. “Agiremo perché la grandezza del fenomeno è tale che non può attendere. Ma il solo modo per cambiare la situazione è cambiarla alla fonte, ovvero in Libia, Siria ed Iraq”, ha sottolineato.