In cima alla classifica dei Paesi più felici al mondo c’è la Svizzera, seguita dall’Islanda e dalla Danimarca. L’Italia è solo 50esima, mentre il Paese in cui si vive peggio è il Togo

Svizzera

Lo Stato più felice al mondo? E’ la Svizzera. O almeno è quanto pensa The Earth Institute della prestigiosa Columbia University di New York, secondo cui “quantificare la felicità serve a stimolare i Governi a fare di più, per il benessere dei loro abitanti”. La Svizzera è in cima alla classifica perché regala un ottimo tenore di vita, e al contempo mantiene una classe politica onesta e un buon sistema sociale.

Al secondo posto c’è invece l’Islanda e poi la Danimarca. Seguono ancora nella classifica dei primi 10 Paesi più felici Norvegia, Canada, Finlandia, Olanda, Svezia, Nuova Zelanda e Australia. La Germania invece si deve accontentare della 26esima posizione, mentre la Francia della 29esima. E a confermare che la situazione in Italia non è delle più rosee è il 50esimo posto che si è ‘meritata’ in classifica. La Spagna si ferma invece al 36° posto, mentre la Grecia scivola alla 102° posizione. “Per redigere la classifica abbiamo tenuto in considerazione, di ognuna delle 158 nazioni che abbiamo esaminato, il Pil per abitante, la speranza di vita, la fiducia nelle istituzioni, la percezione di libertà e il sostegno sociale cui il cittadino può far capo”, ha sottolineato il direttore dell’istituto newyorchese, Jeffrey D. Sachs.

I Paesi che chiudono l’elenco sono invece Togo, Burundi, Benin, Ruanda, Burkina Faso, Costa D’Avorio, Guinea e Ciad, che se la passano addirittura peggio dell’Afghanistan, dell’ Iraq e della Siria.