L’attaccante del Bastia viene squalificato dopo aver aggredito con una testata l’avversario Thiago Motta al termine di una partita.

Il brasiliano Brandao si becca 6 mesi di espulsione. Niente scuse a Motta.

L’incidente, causato dall’attaccante Brandao ai danni del difensore del Psg Thiago Motta, prevede una squalifica di ben sei mesi per il giocatore brasiliano. Il 16 agosto scorso, al termine di una partita terminata con la vittoria del Psg, Thiago Motta, atteso al rientro negli spogliatoti, viene colpito al volto con una testata scomponendosi il setto nasale. Al momento, nonostante il grave episodio, si becca solamente sei mesi di squalifica, ma il vero processo è fissato il 3 novembre, dove per l’accusa di violenza volontaria e premeditata rischia fino a 3 anni di carcere e 45mila euro di multa. Ad oggi l’azzurro Motta non ha ancora ricevuto nessuna scusa da parte dell’aggressore.